Come fare la valigia in modo perfetto: i consigli di Arturo

Consiglio di Viaggio Zanzibar

Tempo di vacanze estive e il dilemma è sempre lo stesso: come fare la valigia perfettamente, in modo da farci stare dentro tutto, ma proprio tutto il necessario, senza dimenticarsi niente e senza rovinare il contenuto? Ecco alcune pratiche raccomandazioni da seguire.


Qualche giorno prima di cominciare la preparazione vera e propria della valigia, vi consiglio di fare una lista delle cose che volete portare con voi, così da avere tutto sotto controllo e non farvi prendere dall’ansia dell’ultimo momento: nell’elenco che metterete a punto, non scordatevi mai di inserire anche una polizza viaggio Holins. Se non l’avete ancora stipulata, fatelo adesso cliccando su questo link, e otterrete uno sconto speciale del 10%. Acquistarla è semplicissimo: basta inserire la destinazione del viaggio, le date di partenza e di rientro, il numero dei partecipanti e il portale calcolerà automaticamente il premio, proponendovi le diverse opzioni disponibili. Insomma, un gioco da ragazzi, per assicurarvi una vacanza senza sorprese!


ATTENZIONE AL TIPO DI BAGAGLIO

Ma torniamo alla preparazione della valigia: una volta elaborata la lista, mettete tutto il contenuto sul letto. Questo vi aiuterà a controllare velocemente che non vi siate dimenticati nulla. Ma fate attenzione: anche la scelta del bagaglio è fondamentale. Se ne avete più di uno a disposizione, scegliete sempre quello più leggero: sarà più semplice da trasportare e avrete meno problemi in caso di mezzi di trasporto con franchigie limitate.


UNA BASE MORBIDA

Eccoci arrivati al fatidico momento: finalmente potete iniziare a fare la valigia. Se portate con voi asciugamani e accappatoi, metteteli sul fondo del bagaglio: in questo modo si forma una base morbida su cui appoggiare i vestiti. Per risparmiare spazio, vi consiglio di inserire le calze arrotolate dentro le scarpe, che in questo modo manterranno la forma e non verranno compresse dal peso degli altri oggetti. In ogni caso, posizionate le scarpe (inserite nelle apposite dust bag o avvolte in un sacchetto) ai lati del bagaglio. Se si dovessero creare degli spazi, possono essere riempiti con i costumi oppure con la biancheria intima.


LE TECNICHE DA INTENDITORI

A questo punto si può procedere con il primo strato di vestiti: cominciate da quelli più resistenti, che non si stropicciano facilmente, come i jeans e i pantaloni. Successivamente passate ai golf, utili anche in estate per le sere più fredde, e alle magliette. Uno dei segreti della valigia perfetta è la tecnica di piegatura degli abiti. Ci sono due scuole di pensiero distinte: c’è chi lascia i vestiti stesi, evitando quanto più possibile di piegarli, e chi invece sceglie l’arrotolamento. Si tratta di piegare normalmente i capi e poi arrotolarli su se stessi, creando dei piccoli cilindri: in questo modo, potete infilarli negli spazi più stretti senza stropicciarli. I sostenitori di questa tecnica garantiscono che permette di ottenere valigie più ordinate e ricavare più spazio. A voi la scelta!


IL GRAN FINALE

Come penultimo strato mettete le camicie che tanto, come sapete benissimo, si stropicceranno comunque. A questo punto, la valigia comincia ad essere abbastanza piena. Ecco dunque che entra in scena il terzo grande tappabuchi, il beauty case! Piuttosto che utilizzarne uno solo, che, specialmente nel caso delle donne risulterebbe troppo grande ed ingombrante, utilizzatene tanti più piccoli, suddividendo ad esempio i prodotti in base alle funzioni d’uso: creme solari, detergenti, trucchi e così via. L’ultimo strato della vostra valigia deve necessariamente essere lasciato a tutti gli abiti di tessuto leggero, che si possono stropicciare facilmente.


LE ULTIME DRITTE

Concludo con un paio di suggerimenti: in primis, ad ognuno la propria valigia. Non mischiate le vostre cose con quelle di altri componenti della famiglia, e, soprattutto, assicurate sempre il vostro bagaglio con una polizza Holins. L’assicurazione vi permette di recuperare il valore della valigia e del suo contenuto – entro il massimale e le esclusioni indicate nella polizza – in caso di furto o smarrimento. Ma c’è di più: se all’arrivo a destinazione la valigia vi viene riconsegnata con un ritardo superiore alle 12 ore, Holins vi rimborsa le spese sostenute per l’acquisto di beni di prima necessità. Credetemi, ne vale la pena!


Arturo

Prima della sottoscrizione delle polizze Holins, leggere il set informativo su www.holins.it. Polizze sottoscritte con Inter Partner Assistance S.A.