New York: la grande mela da gustare tutto l’anno

Consiglio di Viaggio Zanzibar

Avete in programma un viaggio con destinazione New York e vi state domandando quale periodo è il migliore per visitarla? Non esiste una risposta unica e valida per tutti i turisti ma è possibile individuare il momento più adatto per partire in base a quelle che sono le proprie esigenze e priorità. Tenendo conto che la grande mela, ha un fascino unico e particolare in ogni stagione dell’anno.

Ecco dunque cosa aspettarsi da New York in ogni sua meravigliosa stagione.

L’inverno è considerato un periodo di bassa stagione nell’arco del quale si possono trovare voli più economici, ad eccezione del mese di dicembre quando la metropoli acquista il suo suggestivo fascino natalizio. Imperdibili nell’immaginario collettivo, sono il grosso albero di Natale e la pista di ghiaccio al Rockefeller Center. Chi non ama la pioggia deve sapere che sono gennaio e marzo i mesi più a rischio di precipitazioni in cui passeggiare con l’ombrello tra i grattacieli può rivelarsi comunque un’esperienza suggestiva. In inverno, occorre comunque vestirsi a strati perché in metro e nei negozi i riscaldamenti sono molto forti.

Per le giornate calde e spesso piovose ma non afose, con temperature serali piacevolmente fresche, la stagione più indicata dal punto di vista climatico è probabilmente la primavera, quando le temperature sono miti e la luce si fa più alta a rischiarare le bellezze dello skyline newyorkese.

La concentrazione maggiore di turisti a New York si registra in estate. Imperdibili i festeggiamenti del 4 luglio, il giorno dell'Indipendenza degli Stati Uniti, con i fuochi d’artificio e i concerti di agosto a Central Park. Al contrario dell’inverno, in questa fase dell’anno occorre avere sempre a portata di mano una giacca per non subire gli sbalzi climatici con i condizionatori presenti nei negozi, nelle banche e nei mezzi pubblici.

La stagione più romantica ed affascinante a New York è senza dubbio l’autunno quando le foglie secche sui grandi viali conferiscono alla città un aspetto un po’ malinconico che rievoca la pellicola Autumn in New York. Non a caso, il foliage di New York è famoso nel mondo per il suo alto tasso di romanticismo condito da tantissimi eventi in calendario: dalla Parata dell’orgoglio italo-americano in occasione del Columbus Day di ottobre alla maratona e sfilata del Ringraziamento nel mese di novembre. E ovviamente, a cavallo tra i due mesi autunnali, arriva una delle feste più amate dai bambini e copiata in tutto il mondo: la notte di Halloween.