I campi da golf più scenografici e particolari del mondo

Consiglio di Viaggio Zanzibar

L’abbinata golf e turismo è un classico senza tempo e in costante crescita: sono infatti sempre di più i viaggiatori che scelgono di dedicare le loro vacanze alla scoperta dei “green” di tutto il mondo! Se vi riconoscete tra di loro, ho raccolto per voi una serie di location veramente particolari, che meritano una visita almeno una volta nella vita. Prima però, un consiglio: se avete pianificato una vacanza all’insegna del golf, procuratevi una buona assicurazione viaggio che protegga le vostre costose attrezzature nel malaugurato caso in cui qualcosa durante il trasporto non dovesse andare per il verso giusto. Con un massimale di 3.500 euro in caso di furto, danneggiamento o perdita del bagaglio, la polizza Holins Medico Bagaglio Prestige è ciò che fa al caso vostro! Cliccate qui per un preventivo con uno sconto del 10%!

CAMPI DA GOLF SUGGESTIVI

Quale è la voce di costo più alta nella manutenzione di un campo da golf? L’erba, ovviamente! Per avere un green perfetto, è necessario tagliarla regolarmente, innaffiarla e proteggerla da eventuali insetti o parassiti fastidiosi. E, naturalmente, più la zona è arida e poco ospitale, più è complicato e dispendioso economicamente mantenere il prato. Il Coober Pedy Opal Fields Golf Club ha risolto il problema alla radice: il suo campo, infatti, si trova nel bel mezzo del deserto australiano e non ha erba, nemmeno artificiale. Ad eccezione della prima buca, realizzata su un piccolo quadrato di erba artificiale: da quel momento c’è solo un’enorme distesa di sabbia, che, nella parte finale del percorso, per facilitare gli ultimi tiri, è compattata con l’olio. Facilitare fino ad un certo punto: dovrete comunque “combattere” con la sabbia che vi finisce negli occhi!

Normalmente una partita di golf dura circa mezza giornata. Ma al Nullarbor Links, sempre in Australia, può durare giorni interi, in quanto si tratta del campo da golf più lungo del mondo! È lungo più di 1.300 km: per rendere l’idea, percorrendolo il fuso orario cambia per due volte. In media, ciascuna buca dista circa 66 km l’una dall’altra, anche se in realtà ce ne sono due lontane addirittura 200 km. Pare normale che un’impresa di questo genere non sia fattibile in un solo giorno: per questa ragione, tra una buca e l’altra, ci sono anche dei posti dove poter sostare, mangiare oppure fermarsi a dormire.

L’Himalayan Golf Course si trova invece in Nepal, territorio non propriamente noto per il golf. Eppure, il campo di questo golf club è considerato tra i più particolari al mondo. Il motivo? Semplice: può vantare alcune delle buche più mozzafiato al mondo, situate proprio all’interno di un canyon creati dai ghiacciai dell’Himalaya A volte, è perfino necessario arrampicarsi su qualche roccia per recuperare la pallina! Un’esperienza unica, che va ben oltre al “semplice” gioco del golf.

Nel Vecchio Continente, impossibile non citare il nostrano Golf Club Cervino in Valle d’Aosta: situato a 2.050 metri sul livello del mare, attualmente è il più alto in Italia e tra i più alti in Europa. Ma l’eden dei golfisti in Europa sono le isole Azzorre. Approfittando del clima sempre mite, si può giocare in tutte le stagioni dell’anno scegliendo tra i campi di Batalha e Furnas, nell’isola di São Miguel, e il Clube de Golfe da Ilha Terceira, nell’isola che porta lo stesso nome. I campi hanno percorsi adatti tanto ai principianti quanto a giocatori professionisti.

ASSICURA LA TUA ATTREZZATURA CON HOLINS

A differenza di altre attività sportive, il golf è sempre incluso nelle assicurazioni viaggio Holins, purché sia praticato a livello non agonistico, in contesti appropriati e sotto la guida di personale esperto, con tutte le attrezzature di sicurezza raccomandate. Quindi anche nel caso di infortuni o piccoli incidenti di percorso, come una slogatura, potete contare sulla vostra polizza viaggio.

Ma che cosa succede in caso di perdita, rottura o ritardo nella consegna dell’equipaggiamento sportivo da parte della compagnia aerea? La prima cosa da fare è rivolgersi al banco bagagli senza uscire dall’area arrivi dell’aeroporto, per ottenere il P.I.R. (Property Irregularity Report) documento consegnato dal vettore al momento della constatazione del danno, che dovrà essere allegato ai documenti da inviare alla compagnia di assicurazioni. In caso di furto o smarrimento durante il soggiorno, invece, dovrete sporgere denuncia alla polizia entro 24 ore dalla scoperta dell’accaduto. E se, presi dal panico, vi scordate le procedure da seguire, niente paura! Potete sempre contare sull’assistenza della centrale operativa Holins, attiva h24 in lingua italiana!

Prima della sottoscrizione delle polizze Holins, leggere il set informativo su holins.it. Polizze sottoscritte con Inter Partner Assistance S.A.