L’incantevole Cuba: i consigli di Arturo

Consiglio di Viaggio Zanzibar
Situata più o meno all’altezza del tropico del Cancro, tra l’Oceano Atlantico e il Mar dei Caraibi, Cuba, con i suoi 110.860 km2 è l’isola più vasta delle Grandi Antille. Animata da un popolo colto e accogliente di poeti, musicisti e sognatori appassionati, era una delle mete predilette di Ernest Hemingway, che era solito soggiornare per lunghi periodi all’Ambos Mundos, un hotel di L’Avana ancora aperto al pubblico, dove lo scrittore compose buona parte del celebre romanzo “Per chi suona la campana”. La camera 511, quella da lui prediletta, oggi è stata trasformata in un piccolo museo aperto al pubblico e custodisce ancora alcuni cimeli!

UN FASCINO … ASSICURATO!

Tra città coloniali dai mille colori, spiagge immacolate e l’immancabile salsa che risuona in ogni angolo, il fascino di Cuba è innegabile ed è capace di ammaliare tanto gli appassionati di storia e cultura, quanto i vacanzieri esigenti, che, nelle zone più turistiche, trovano resort avveniristici. E’ tuttavia innegabile che esiste una separazione molto forte tra l’offerta dedicata ai turisti e la realtà del Paese e questo vale soprattutto in riferimento all’assistenza sanitaria. Fuori dalle città principali, non è raro imbattersi in strutture fatiscenti e può capitare di non trovare facilmente i medicinali: per questo motivo, prima di partire, vi consiglio di fare una scorta di farmaci di prima necessità, soprattutto nel caso in cui abbiate in programma di uscire dalle principali rotte turistiche. Vi ricordo inoltre che tutti i viaggiatori stranieri per entrare a Cuba devono essere in possesso di una polizza sanitaria riconosciuta dalle autorità cubane, come la Viaggio Singolo di Holins che include il rimborso delle spese mediche e diverse prestazioni di assistenza, compreso il rimpatrio sanitario e il trasporto nella struttura ospedaliera più idonea e meglio attrezzata.

CUBA, NON SOLO L’AVANA

Impossibile non pensare a Cuba senza associarla L’Avana, città ricca di contrasti, animata dal carattere sempre allegro e ospitale degli Habaneros. Vi consiglio una passeggiata nel suggestivo centro storico, la Habana Vieja, con i suoi edifici coloniali, le piazze e i musei. Immancabile una sosta anche a Centro Habana e Vedado, con i murales dedicati a Che Guevara e il Campidoglio Nazionale. A circa 150 km dalla Capitale si trova Varadero, una penisola lunga 22 km e larga in media poco più di un km, che regala lunghe e splendide spiagge, tra le più famose al mondo, animate da hotel e resort: il clima sempre perfetto, i fondali molto dolci, il mare limpido dei Caraibi e la qualità dei servizi la rendono perfetta per chi viaggia con i bambini. Cuba però è molto di più: in linea con i trend del momento, si può ad esempio optare per un soggiorno all’insegna dell’ecoturismo scegliendo i Cayos dei Jardines del Rey, un arcipelago di isole di origine corallina spalmate lungo tutta la costa Atlantica, che offrono ecoresort con bungalow di legno affacciati su splendide spiagge incontaminate. È il caso di Cayo Coco, Cayo Santa Maria e Cayo Guillermo, che offrono una tavolozza di colori dominati dall’azzurro del mare e dal verde delle palme. Ma se parliamo di Cayos, l’altro must di Cuba è Cayo Largo, che dagli anni ’80 rappresenta l’emblema del paradiso caraibico, con i suoi 25 chilometri di spiagge bianchissime, il suo mare di un colore misto tra l’azzurro e il verde e le meravigliose piscine di Cayo Rico, che si formano e si riformano all’infinito. Un luogo dove tutti si possono sentire per un attimo come Hemingway, che alla moglie scriveva: “[…] E noi, con il mare che colpisce soavemente la sabbia solitaria rompendo la barriera corallina, pieni di ardore senza altro movimento che quello del sopraggiungere della marea […]”.

QUALCHE CONSIGLIO UTILE

Considerati il clima e le precarie condizioni del sistema idrico e fognario dell’isola, vi consiglio di bere solo acqua imbottigliata senza ghiaccio e di fare uso dell’acqua corrente solo se preventivamente bollita. Se decidete di pianificare un viaggio a Cuba, oltre a stipulare una polizza assicurativa Holins, che vi permette di restare in contatto con una centrale operativa italiana attiva 7 giorni su 7 e 24 ore 24, il mio consiglio è di affidarvi ad una buona agenzia di viaggi, che saprà indicarvi le soluzioni più opportune anche dal punto di vista logistico. Fate attenzione ad esempio ai voli: a causa delle complesse dinamiche politiche esistenti tra Cuba e gli Stati Uniti, i collegamenti diretti tra i due Stati sono soggetti a forti restrizioni: meglio optare per voli diretti dall’Italia, operati generalmente da compagnie charter, oppure per voli di linea con scalo in un Paese Europeo. Non dimenticatevi infine che, oltre al passaporto, per entrare a Cuba è richiesto il visto turistico: se prenotate il vostro viaggio in agenzia, verificate di ricevere il visto insieme ai documenti di viaggio, mentre se organizzate il viaggio autonomamente, potete rivolgervi agli uffici consolari cubani. Per ulteriori informazioni sul Paese, vi rimando al portale dell’Ente del Turismo di Cuba e al sito ufficiale della Farnesina, in cui potrete trovare una scheda dettagliata relativa a questo Paese.

Arturo

Prima della sottoscrizione delle polizze Holins, leggere il set informativo su www.holins.it. Polizze sottoscritte con Inter Partner Assistance S.A.